A squadra di basa internaziunale in Giappone

Da u Cile, a squadra di basa, dopu à fà una stonda in Europa, volò à Seul. In quarchi ore si sò spustati in Giappone

Dopu u so sughjornu in Chili, a squadra di basa internaziunale hè stata dirigita à Seul. Una piccula tappa in Madrid per piglià u volu à Londra è da quì à Seul.

Un robot avanzatu hà ricevutu a Marcia Mundiale in Seul ...

Una longa tappa per cuntinuà u volu à u Giappone. In pochi ghjorni, torneremu à Seul.

L'11 di Ghjinnaghju di u 2020, u 2u Marzu Mundiale ghjunghje in Hiroshima.

A foto, sottu ste parolle, hè stata presa à u Social Book Café, in Hiroshima, induve u ducumentalista "U principiu di a fine di l'armi nucleari" serà proiettatu u luni 13 di ghjennaghju.

Stu luni 13 di ghjennaghju, a Marcha Mondiale hà participatu à a proiezione di u documentale «U principiu di a fine di l'armi nucleari«, diretta da Álvaro Orús è prodotta da Tony Robinson, à u Café/Librería Colibrí, in Hiroshima.

Hè impressiunante, senza dubbiu, piglià a ferma vuluntà di u 2u Marzu Mondiale per sustene a realizazione di a pruibizione di l'armi nucleari in questu locu induve a forza nucleare incontrollabile mette in termine tante migliaia di vite.

Hè impressiunanti di cuntemplà u "File 0" in memoria di quelli chì anu persu a vita.

A forza di i paesi di Hiroshima è Nagasaki hè admirabile

Cusì hè a forza di l'abitanti di Hiroshima, senza scurdà quelli di Nagasaki, inseme cù quelli di tanti altri lochi induve l’energia nucleare hà lasciatu vittime, lanciandu a so lotta è a so speranza più chì fundata chì ciò chì hè accadutu ùn sarà più accadutu.

Cusì, a libreria Colibrí hà allughjatu questu avvenimentu in u quale cù u sustegnu di l'Hibakushas, ​​stu documentariu maestru hè statu prugettu, chì ùn mostra solu a visione di i sopravvissuti di e catastrofe nucleari è di quelli chì sustenenu in a direzzione di a suppressione tutale di armi nucleari, ma ancu a speranza chì questu hè un mira pussibule.

È serà pussibile grazie à a pressione è a fermezza di i paesi chì ponu soffre e catastrofe nucleari o di e pussibuli guerri nucleari, cum'è di i citadini chì ponu soffrenu.

Finu à a data 80 paesi l'anu firmatu è di quessi sò 34 paesi chì anu ratificatu ancu u Trattatu per a Pruibizione di l'Arme Nucleare, simu solu 16 firme di ratificazione per chì l'interdizzione diventi una lege d'applicazione internaziunale obligatoria.

Ùn saria micca, da sè stessu, a fine di l'armi nucleari, nè di a minaccia nucleare, ma saria, senza dubbitu, «U principiu di a fine di l'armi nucleari".

Lascià un cumentu