A Marcia Mundiale in u Parlamentu Talianu

Dopu un travagliu di pacienza, speranza è speranza, a 2 Marcha Mundiale per a Pace è a Nonviolenza hè stata annunziata in a Camara di i Diputati d'Italia

Ùn hè micca faciule, ci hà pigliatu parechji mesi, un travagliu di pacienza, di speranza è di speranza, ma l'3 d'Uttobre hà fattu.

À 10.30 eramu in sala di cunferenze (ex Nilde Iotti) di Montecitorio per cuntà a storia di u principiu di a seconda Marxa Mundiale per a Pace è a Nonviolenza.

Avemu avutu l'uppurtunità di vede e prime stampe chì avemu ricevutu in tutta l'Italia di l'avvenimenti chì eranu organizati per celebrà l'iniziu di a seconda Marxa Mundiale per a Pace è a Nonviolenza in u ghjornu di a Nonviolenza Mundiale, in l'anniversariu 150 di a nascita di Gandhi, deci anni dopu a prima Marzu Mondiale.

Tutti avemu un rolu, una sperienza, ma prima di tuttu simu esseri umani

Questa hè a Marxa Mundiale di l'esse umane. Avemu enfatizatu questu aspettu. Tutti avemu un rolu, una sperienza, ma prima di tuttu simu esseri umani.

Ci hè vulsutu ricurdà un passaghju da u discorsu di 5 / 4 / 1969 di Mario Rodríguez Cobos (El Sabio de los Andes):

"S'è tù sì ghjuntu à sente à un omu da quale a saviezza deve esse trasmessa, avete sbagliatu u modu perchè a saviezza vera ùn hè micca trasmessa per mezu di libri o arangichi; a vera saviezza hè in a prufundità di a vostra cuscenza cum'è u veru amore hè in u fondu di u vostru core.

S'è tù sì statu spintu da i calunnii è l'ipocriti à sente à st'omu per chì ciò ch'è vo sentete vi serve più tardi d'argumentu contru à ellu, avete pigliatu a strada sbagliata perchè st'omu ùn hè micca quì per dumandà nunda, nè per aduprà. , perchè ùn hà micca bisognu di voi ".

Da Rafael de la Rubia (promotore di a Marcia Mundiale è coordinatore internaziunale di a prima è a seconda marxa mundiale) vulemu cità un passaghju da u so discorsu di nuvembre di 2018, quandu u lanciu di a Marcia Mundiale in Madrid hà statu fattu durante u Forum Mondiale nant'à Viulenza Urbana

"Ciò chì vulemu veramente sò e persone chì anu bisognu, chì sentenu u prublema, o chì anu ispirazione, o chì anu intuizione chì qualcosa pò esse fattu. Li incuragemu à mette in pratica, à saltà, ma à fà da a piccula età. Vi incuragemu à fà una piccula azzione, à osservà, à misurà è po allargallu, à fà cresce u numeru di persone, cità o lochi è ancu a qualità. Allora cuminciamu pocu, ma u scopu di espansione. Cunnisciamu a frasa "pensa in u mondu è agisce in u locu"; Puderemu riformulallu dicendu chì ci vole à « agisce in u locu pensendu à agisce in u mondu »..

A Marcia Mundiale hà trà i so obiettivi a diffusione di a cultura di a Pace

A Marcia Mundiale hà trà i so obiettivi a diffusione di a cultura di a pace è a non violenza, u disarmu - in particulare u disarmu nucleari -, a difesa di l'ambiente è a valurizazione di a diversità.

Duranti l'avvenimentu, hè proiettatu "U principiu di a fine di l'armi nucleari", un travagliu pruduciutu da l'agenza di stampa internaziunale Pressenza à l'occasione di u secondu anniversariu di l'appruvazioni di u Trattatu di Disarmamentu Nucleare di l'ONU (campagna ICAN, Premiu Nobel di l'ONU). Pace 2017). U documentaliste hà u scopu di cuntribuisce à u scopu di ghjunghje à a fine di a Marcha Mondiale cù a ratificazione di u TPAN da i paesi 50 per rimette in ligna.

In u so salutu Tony Robinson, u pruduttore, hà enfatizatu: "U mondu in u quale campemu oghje hè guvernatu da i banditi chì ci intimidanu cù sti nuke.
È pensanu chì solu perchè l'anu, anu u dirittu di mantene per sempre. È a cumunità internaziunale dice micca, chì ùn hè micca abbastanza. E iniziative cum'è a Marcha Mondiale per a Pace è a Nonviolenza dà à e persone u putere di dì à i populi di u mondu, per dimustrà à l'altri populi di u mondu chì pudemu resiste à queste persone arroganti ».

"quantu hè statu fattu cun ellu ma quantu resta da fà"

Fulvio Faro (da a Casa Umanista di Roma) ci hà ricurdatu di quantu s'hè fattu cun ellu, ma quantu ferma.

E riunioni cum'è u 3 d'ottobre sò destinati micca solu per publicità opere significanti cum'è "U principiu di a fine di l'armi nucleari" (Premiu 2019 Accolade), ma per unisce sempre più forze istituzionali cù a società civile, i citatini semplici per custruisce un mondu veramente liberu di minaccia nucleare.

Beatrice Fihn, ... da a campagna ICAN in u documentariu hà dimustratu quantu rapidità sò certi cambiamenti chì finu à pocu fà eranu veramente impossibili. Perchè ùn puderia micca esse u listessu cù l'armi nucleari? U Trattatu di e Nazioni Unite di u 7/7/2017 ne testimunieghja cuncretamente.

L'onorevole Lia Quartapelle, chì apprezza assai u valore di l'opera prughjettata, hà riittatu chì hè pussibule unendu e forze. Questu era u casu in Italia cù a vendita d'armi in Yemen. "Avemu da cuntinuà inseme per sta strada", hà cunclusu u diputatu.

Ancu u 3 d'ottobre, a riunione "L'Europa senza armi nucleari: un sognu chì si avvera" hè stata in u Campus Einaudi in Turinu.

Per informà è sensibilizà u periculu di l'armi nucleari, unu di i fattori chì inseme à u cambiamentu climaticu pò purtà à l'estinzione di l'esseri umani hè statu organizatu da a coordination of citadini, associazioni, organizzazioni è istituzioni lucali contr'à Atomica, Tutte e Guerre è u Terrurismu è moderatu da Zaira Zafarana, (Ifor) chì hà ricurdatu a partenza di a Marcia Mundiale per a Pace è a Nonviolenza durante u so discorsu à l'ONU a Ginevra (*).

In u so discorsu Patrizia Sterpetti, presidente di Wilpf Italia, ha insistitu quantu hè impurtante di sapè ciò chì ci circonda è induve i media tradiziunali ùn anu micca ghjunghje. Ci sò realità chì ponu dà una vista realista di ciò chì hè accadutu intornu à noi cù a bocca.

Tuttu hè pussibule inseme. U 2 d'ottobre, un altru marzu (u Jai Jagat) Abbandunò l'India è pruvà di ghjunghje à Ginevra dopu un annu di camminare attraversu una parte di l'Asia è certi paesi europei. I dui chjassi si scontranu fisicamenti in pocu mesi.

Compartanu un prufondu spiritu di pace, ghjustizia è nonviolenza

Compartanu un prufondu spiritu di pace, ghjustizia è nonviolenza. Rafael de la Rubia, in u so discorsu iniziale à u chilometru 0 di a Marcha Mundiale per a Pace è a Nonviolenza, ci hà fattu riflette cù e so parolle.
"Deve esse dettu chì ùn hè micca solu un viaghju perifericu attraversu a pelle di u pianeta, attraversu a pelle di a terra. À questu marchjendu per e strade, i lochi, i paesi... si pò aghjunghje un viaghju internu, attraversendu i cantoni è i crachi di a nostra esistenza, circannu d'appruntà ciò chì pensemu cù ciò chì sentimu è cù ciò chì facemu, per esse più coerenti. significatu in a nostra vita è eliminà a viulenza interna ».

Ognunu pò spustà versu a so propria pace, quella di l'ànima chì porta veramente à un mondu senza guerri.


(*) http://www.ifor.org/news/2019/9/18/ifor-addresses-un-human-rights-council-outlining-the-urgent-need-to-take-action-to-implement-the-right-to-life

Redazione: Tiziana Volta.
In i ritratti:
  • À u capu, prughjezzione di u documentale "U principiu di a fine di l'armi nucleari".
  • In u primu, vedemu Tiziana Volta, Coordinatore di a 2 Marcha Mundiale in Italia.
  • In u sicondu, Patrizia Sterpetti, presidente di Wilpf Italia cù Tiziana Volta.

1 cummentariu annantu à «A Marcia Mundiale à u Parlamentu Talianu»

Lascià un cumentu