Logbook, 7-8-9 Novembre

30 chilometri da a costa, u Bambù entra in silenziu. Sapemu u malu tempu. Finalmente, u ghjornu 8 chjamanu da u barca à vela, stancu ma allegru.

Novembre 7-8-9 - Circa 30 chilometri da a costa catalana, a nave entra in silenziu radio è ancu u signale AIS, u Sistema d'Autentificazione Identificativa, u dispositivu chì permette l'identificazione di e nave in mare, sparisce è po quelli chì sò in terra ponu solu aspittà chì u Bambù ghjunghje à a costa di a Sardegna.

Passanu per mezu di e Bocche di Bonifaziu è falanu dopu à u golfu di Cagliari. È da quì, se u tempu li permette, circhemu di passà u canale di a Sardegna.

In u gruppu WhatsApp, quelli in terra scambianu cumenti nantu à e previsioni per i prossimi ghjorni in u canali di Sardegna. Sò assai cattivi.

I culori dominanti per u statu di u mare, vale à dì l'altezza di l'onde, sò rossi, gialli è in i ghjorni avanti finu à u grisu. Hè cusì, ondate da 3 à 6 metri. A fase tunisina pare avè sempre più in riscu.

Novembre 8 chjama da u bastimentu. Tutti un pocu stanchi da u malu tempu (anu trovu pioggia, tempeste, ventu di a faccia) ma sò di u mo bonu humor.

A marchja nantu à u mare cuntinueghja, chilometru dopu chilometru. Quand'elli ghjunghjenu à 30 milla da u Golfu di Cagliari u ventu s'arrizzò : simu sopra u ventu, o megliu dì "Bolinona" cum'elli ci dicenu cù un missaghju Watshapp.

Più tardi à meziornu di u ghjornu 9 hè ghjuntu in u portu di Cagliari. Un bellu sforzu ma e facce di i marinari sò allegri. Tuttu va bè

3 cumenti nantu à "Ghjurnale di bordu, u 7-8-9 di nuvembre"

Lascià un cumentu